Controlli GSE impianti fotovoltaici: intervista a incaricato GSE

Controlli GSE impianti fotovoltaici: intervista a incaricato GSE

Ormai dal 2001 il GSE controlla gli impianti fotovoltaici incentivati al fine di verificare la legittimità delle pratiche di incentivazione e, in presenza di anomalie, per recuperare gli incentivi indebitamente ottenuti disponendo il decadimento della tariffa incentivante. Negli ultimi anni queste verifiche si sono intensificate – nel 2015 il GSE ha condotto 3.464 controlli attestando violazioni in 504 procedure che hanno portato alla revoca e recupero degli incentivi percepiti. Come vengono sorteggiati gli impianti e condotti i sopralluoghi? L’intervista a uno degli incaricati controlli GSE impianti fotovoltaici.

 

Nella gestione di un impianto fotovoltaico, nella lista delle principali fonti di timore si è aggiunta la possibilità di esito negativo in caso di una verifica del GSE. Proprietari di impianti fotovoltaici hanno spesso meno paura di guasti tecnici o furti, che seccatura a parte, possono essere riparati o ridotti nel rischio esposto, rispetto ad un sopralluogo e rischio di un contenzioso con il GSE (vedi articolo “Controlli GSE fotovoltaico: cosa verifica il GSE nei sopralluoghi impianti?“). In questo numero abbiamo avuto la possibilità di porre alcune domande ad uno degli incaricati a svolgere i controlli GSE impianti fotovoltaici. Milk the Sun offre un servizio di pre-verifica ispezione GSE impainti fotovoltaici (dettagli a fine articolo).

 

Quanti sopralluoghi ha svolto nella sua carriera di verificatore incaricato dal GSE e quale tipologia di impianto è più soggetta alle verifiche?

In totale un migliaio di verifiche, in poco meno di tre anni di attività. La tipologia di impianti più verificati è quella della fascia di potenza compresa tra 100 e 500 KWp.

 

Ci tolga una curiosità, quale criterio viene seguito nella scelta degli impianti su cui fare il controllo? È vero che gli impianti Salva Alcoa sono i più a rischio?

Una buona parte vengono sorteggiati. Poi ci sono anche quelli segnalati dall’unità conto energia, sui quali c’erano stati dubbi già in fase di assegnazione della tariffa. Le confermo che i Salva Alcoa sono i più a rischio.

 

Come ci si prepara ad una verifica in sito? Sono collaborativi i proprietari degli impianti?

La prima cosa da fare è quella di analizzare la documentazione di qualifica. E lì che si decide su quali aspetti bisogna concentrarsi durante il sopralluogo. I proprietari sono quasi tutti collaborativi; il più delle volte sono comunque inconsapevoli di eventuali irregolarità che ci potrebbero essere. Si sono affidati ad imprese che hanno fornito il servizio chiavi in mano, quindi non hanno la minima idea delle regole tecniche.

 

A seguito delle verifiche, quanti impianti hanno subito procedura di revoca e recupero degli incentivi percepiti? E quali sono state le principali cause di decadenza degli incentivi?

In genere le verifiche hanno esito positivo. Quando c’è qualche problema, il più delle volte ci sono casi di declassamento della tariffa; raramente si procede alla revoca dell’incentivo. Le cause principali riguardano, nella stragrande maggioranza dei casi, le regole tecniche. Molto spesso i tecnici stessi non sono consapevoli di aver commesso un errore.

 

Alcuni clienti di Milk the Sun attendono da oltre un anno l’esito del procedimento di verifica: quanto dura di media la procedura di controllo? Il GSE deve rispettare delle scadenze?

E’ normale un tempo di attesa così lungo. Le verifiche sono tante e le commissioni non si riuniscono ogni giorno. Il GSE ha dei tempi da rispettare ma comunque può beneficiare di proroghe di legge.

 

Secondo Lei in quali aspetti si dovrebbe migliorare l’attuale conduzione dei controlli GSE?

I controlli in linea di principio sono giusti. Sono soldi pubblici ed è giusto che chi li percepisce indebitamente debba essere fermato. Forse l’aspetto da migliorare riguarda la tutela dei soggetti responsabili. Spesso sono anche loro parte lesa perché si sono affidati ad imprese incompetenti o disoneste. In questo caso l’impresa non paga perché magari ha chiuso da parecchio tempo, mentre il soggetto responsabile non può beneficiare dell’investimento effettuato.

Milk the Sun offre un servizio di pre-verifica secondo il protocollo GSE per evitare spiacevoli sorprese con gli ispettori GSE. Il servizio include:

  • Sopralluogo secondo il protocollo GSE per rilevare eventuali violazioni
  • Verifica tecnico-amministrativa secondo Art. 42 D.Lgs 28/2011
  • Verifica rispetto delle norme tecniche e adempimenti burocratici derivanti da modifiche ed interventi di manutenzione
  • Consulenza per definire strategie risolutive in caso di criticità rilevate
  • Accompagnamento durante il sopralluogo GSE (servizio opzionale)
  • Redazione documentazione e gestione pratiche GSE (servizio opzionale)

Chiedi un preventivo di pre-ispezione GSE

Ispezioni GSE impianti fotovoltaici: consigli per prepararsi alla verifica e ridurre i rischi

Fabio Sandrin

Fabio Sandrin (30) - Resp. Italia Milk the Sun e autore del blog Milk the Sun.