Mobilità elettrica 2018 – La situazione in Italia

Mobilità elettrica 2018 – La situazione in Italia

Nel 2017 la mobilità elettrica è passata dalle parole ai fatti. Dagli annunci durante i saloni dell’auto sempre più spesso si vedono oggigiorno veicoli elettrici sulle strade di ogni città. Articoli in prima pagina, pubblicità e non ultima la SEN puntano sul ruolo della mobilità elettrica negli anni a venire. La situazione in Italia sulla mobilità elettrica 2018.

 

Nel terzo trimestre 2017 la vendita in Italia di auto ibride o elettriche ha registrato un  bel +63% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente. Nonostante in valori assoluti il mercato in Italia sia ancora embrionale,  rispetto per esempio a Norvegia, Olanda, Francia e Germania, il dato dimostra un chiaro trend in crescita.

 

Mobilità elettrica 2018 – Il falso mito

Una delle principali tematiche è la compatibilità della mobilità elettrica con l’infrastruttura energetica attuale. Nello specifico, non si parla dell’installazione di torrette per la ricarica, bensì la tenuta del sistema di distribuzione a fronte di una maggiore domanda elettrica. Secondo operatori e analisti è solo un falso mito.

Grazie innanzitutto al calo dei consumi energetici durante gli anni della crisi, la rete è facilmente in grado di assorbire una maggiore domanda dovuto al passaggio alla mobilità elettrica. Non solo, il cosiddetto cambio della flotta è un processo nel medio-lungo termine in cui cittadini ed aziende si convertiranno a veicoli elettrici progressivamente, dando sufficientemente tempo ad autorità e gestori di rete per aggiornare le infrastrutture. Infine, le previsioni sullo sviluppo di mercati complementari quali l’installazione di impianti fotovoltaici nel settore domestico e l’espansione dei sistemi di accumulo costituisce un processo in simbiosi in grado di favorire e sostenere la conversione stessa.

 

Mobilità elettrica 2018 – Cosa bisogna fare

Come indicato durante la presentazione della SEN dai Ministri Calenda e Galletti, sarà priorità del Governo mettere in atto dei sistemi di incentivazione per favorire la conversione verso veicoli elettrici, con particolare attenzione verso famiglie a basso reddito.

Interventi del Governo non saranno tuttavia sufficienti se non saranno attivati ulteriori driver per lo sviluppo di questo mercato. Ruolo chiave sarà di ENEL e autorità locali per favorire l’installazione di colonnine di ricarica. A tal proposito la dirigenza ENEL ha recentemente pubblicato il proprio programma di investimento volto ad installare 14.000 punti di ricarica sul territorio, a fronte delle attuali 930.

In parallelo è richiesto l’impegno di case automobilistiche verso formule in grado di avvicinare i propri clienti verso i vantaggi di un veicolo elettrico a fronte di un maggiore costo iniziale; oltre ad investimenti per migliorare la propria offerta, ridurre costi e creare iniziative di promozione p.e. attraverso la conversione della flotta car sharing in veicoli elettrici.

Autorità locali sono chiamate a creare misure di promozione dei veicoli elettrici sia con interventi diretti, p.e. in Trentino si sono recentemente indetti bandi per l’installazione di colonnine di ricarica e schemi di incentivi per l’acquisto di veicolo elettrici, e indiretti attraverso p.e. programmi di promozione sulla mobilità elettrica o disincentivi per l’utilizzo dei mezzi tradizionali.

Infine, sarà cruciale la sensibilità di aziende e amministrazioni (in primis nel settore della logistica) ad investire nella conversione della propria flotta verso una mobilità sostenibile.

 

Mobilità elettrica 2018 – La nascita di un ecosistema

Nell’analisi dei driver in grado di contribuire a una mobilità elettrica emerge come l’integrazione di tale mercato coinvolga a diversi livelli la quotidianità e le scelte nel medio e lungo termine a livello governativo, locale e aziendale. Lo sviluppo della mobilità sarà un mercato in cui ogni entità dovrà fare il proprio, le cui potenzialità saranno più chiare passo dopo passo, kilometro dopo kilometro.

Le domande più frequenti di chi vuole installare fotovoltaico nel 2017

Fabio Sandrin

Fabio Sandrin (30) - Resp. Italia Milk the Sun e autore del blog Milk the Sun.

2 Comments

Alkè

about 5 mesi ago

Il +63% del primo trimestre del 2017 lascia ben sperare per il futuro: le auto elettriche devono potersi imporre nel mercato. Continuando a sperare, ovviamente, che venga aumentato il numero di torrette per la ricarica. Ti ringrazio per l'articolo: è molto esaustivo e riesce a dare una panoramica completa riguardo ad un argomento che, ancora oggi, troppo spesso viene sottovalutato!

Rispondi

Fabio Sandrin

about 4 mesi ago

Grazie!

Rispondi

Leave a Comment

Hier Kommentar schreiben!


Non perderti le novità

Piaciuto l’articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le notizie sul mercato fotovoltaico!

I dati saranno trattati nel rispetto privacy.