Vendita impianto fotovoltaico con cessione del credito: facile ma sgradita

Vendita impianto fotovoltaico con cessione del credito: facile ma sgradita

La cessione del credito è ammessa dal GSE come una tra le opzioni ammesse per il trasferimento di titolarità di un impianto fotovoltaico. Nonostante tale possibilità sono poche le transazioni che avvengono tramite questa modalità. Non solo, molti investitori evitano a priori tale tipologia. Perché?

 

La cessione del credito – la definizione GSE

La cessione del credito è la modalità prescritta dal GSE per “trasferire la titolarità dei crediti vantati verso il GSE ad un Soggetto Cessionario”. Essa è a tutti gli effetti un contratto stipulato tra due soggetti, ammessa esclusivamente per la totalità dei crediti a un unico soggetto Cessionario, o pool di banche.

 

Vendita cessione del credito GSE – la modalità che non piace

Il fatto che molti acquirenti di impianti fotovoltaici evitino la cessione del credito GSE come modalità di acquisto è piuttosto logica. Pur essendo regolata e di facile attuazione rispetto a una classica cessione di un impianto fotovoltaico (articolo Vendita impianto fotovoltaico: cessione quote SPV o ramo d’azienda?), la cessione del credito non include alcuna garanzia per il nuovo acquirente. Allo stesso prezzo di acquisto un potenziale acquirente preferisce optare per un reale titolo di proprietà dell’impianto, che regoli servitù di accesso al tetto in caso di malfunzionamenti o regolare manutenzione, escluda eventuali ipoteche pendenti sull’immobile e garantisca una piena gestione dell’impianto fotovoltaico.

Secondo la nostra esperienza, l’effettiva applicazione della cessione del credito come modalità di vendita è limitata a singoli accordi tra installatori e proprietari di impianti, transazioni all’interno di società gestita dalla medesima proprietà o cambio titolarità “in famiglia”.

Nel mercato secondario la modalità di vendita attraverso la semplice cessione del credito rappresenta un problema più che un’opportunità. A proprietari di impianti che intendono mettere in vendita il proprio impianto è consigliato valutare fin da subito le modalità di vendita tradizionali, ovvero la cessione del ramo d’azienda o società veicolo. Per evitare ritardi durante la trattativa è necessario regolare fin da subito servitù di accesso all’impianto, stipulare un diritto di superficie con la proprietà dell’immobile se diversa, verificare con la banca l’estrazione del lastrico solare da eventuali ipoteche pendenti sull’immobile.

 

Vendita impianto fotovoltaico: cessione quote SPV o ramo d’azienda?

Foto copertina: Yuralaits Albert/shutterstock

Fabio Sandrin

Fabio Sandrin (30) - Resp. Italia Milk the Sun e autore del blog Milk the Sun.

No Comments

Leave a Comment

Hier Kommentar schreiben!


Non perderti le novità

Piaciuto l’articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le notizie sul mercato fotovoltaico!

I dati saranno trattati nel rispetto privacy.