Perché vendere un impianto fotovoltaico già in funzione?

Quando decidiamo di acquistare un impianto fotovoltaico ci assicuriamo un investimento della durata di almeno 20 anni. In questo lungo periodo può succedere di dover vendere il proprio impianto perché le nostre condizioni di vita sono cambiate. Nel caso, ad esempio, di un trasloco o di una separazione, oppure semplicemente se ci si offrono altre possibilità di investimento, può presentarsi la necessità di mettere sul mercato il proprio pannello solare nel modo più produttivo.

 

Come nel caso di altri beni immobili anche un impianto fotovoltaico è un bene che non ha sostanziali oscillamenti di mercato; la sua durata è notevolmente lunga (in media 25 anni) e il suo rendimento (se sottoposto ogni anno a manutenzione) quasi invariato nel tempo. Proprio per la sua efficacia e redditività – il pannello solare fotovoltaico è legato al Conto Energia vigente nell’anno in cui è stato connesso alla rete – non è un problema trovare potenziali acquirenti che siano disposti a pagare una cifra non troppo minore a quella del primo acquisto.

 

Le condizioni attuali sembrano essere vantaggiose per che vuole vendere il proprio impianto visto che il mercato italiano ed europeo del fotovoltaico sta avendo proprio in questi anni un boom di crescita. Per il 2015 si prevede che l’Italia avrà enormemente incrementato il suo quantitativo di investimenti (a fronte dei 200.000 impianti fotovoltaici oggi, si prevede che entro il 2017 in Italia ne verranno installati un milione), si stima infatti che a partire dal 2016-2017 il fotovoltaico non avrà più bisogno di incentivi perché si raggiungerà la grid parity e cioè la competitività della tecnologia fotovoltaica con quella tradizionale.

 

No Comments

Leave a Comment

Hier Kommentar schreiben!


Non perderti le novità

Piaciuto l’articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le notizie sul mercato fotovoltaico!

I dati saranno trattati nel rispetto privacy.