Sostituzione pannelli fotovoltaici – Come funziona

Sostituzione pannelli fotovoltaici – Come funziona

Molti proprietari di impianti fotovoltaici sono sempre più spesso alle prese con problemi legati ai pannelli, che causa guasti, intemperie, negligenza o semplice invecchiamento delle componenti devono essere sostituiti. Il GSE pubblicando le linee guida per gestire e comunicare interventi quali la sostituzione pannelli fotovoltaici, ha dato chiarezza nella gestione di impianti fotovoltaici incentivati in conto Energia. Quali sono le novità? Cosa fare quando il costruttore dei moduli non è più presente sul mercato?

 

In primis le procedure per la manutenzione e ammodernamento di impianti fotovoltaici variano a seconda della potenza installata dell’impianto:

  • Impianti fino a 3 kWp non sono soggetti a comunicazioni su interventi di cd. revamping (p.e. sostituzione inverter – ad esclusione di aumento potenza installata, installazione batterie di accumulo, o sostituzione moduli)
  • Per impianti con potenza superiore a 3 kWp è necessario inviare la comunicazione di avvenuto intervento entro 60 giorno da tale data. La modalità di invio differisce a seconda della definizione di interventi significativi e non significativi
    • Nota: per impianti tra 3 e 20kWp è prevista un’ulteriore semplificazione, riducendo il numero di documentazione richiesta.

 

Quali sono le novità definite dal GSE per la sostituzione pannelli fotovoltaici?

Le linee guida pubblicate lo scorso 21 febbraio 2017 hanno chiarito come procedere e comunicare al GSE gli interventi di sostituzione pannelli fotovoltaici. L’elenco della documentazione da inviare è indicata in sezione B.4 delle linee guida GSE (pagina 26).

 

Quali sono i motivi per la sostituzione pannelli fotovoltaici ammessi dal GSE?

  • Furto o incendio – includendo denuncia alle Autorità e l’elenco delle componenti affette;
  • Guasto o avarie non riparabili:
    • Includendo documentazione comprovante avvenuto smaltimento se obbligatorio;
    • Includendo documentazione attestante avvenuto ritiro da parte del produttore in caso di difetti di fabbricazione;
  • Altri usi:
    • Stoccaggio per future sostituzioni
    • Cessione a terzi

 

Sono ammessi aumenti di potenza a seguito della sostituzione pannelli fotovoltaici?

Sì, per facilitare la riconfigurazione delle stringhe post interventi di sostituzione pannelli fotovoltaici il GSE ammette soglie percentuali di incremento della potenza elettrica nominale (kWp):

  • Fino al al 5% per impianti fino a 20 kWp
  • 1% per impianti con potenza superiore.

L’incremento è da considerarsi complessivo, nei diversi interventi durante l’intero durata del Conto Energia. E’ possibile pertanto utilizzare moduli con potenza leggermente differente.

 

Quali moduli posso utilizzare per la sostituzione?

Qualora i nuovi moduli siano acquisiti a posteriori dalla pubblicazione del decreto (21 febbraio 2017), i moduli devono possedere i requisiti richiesti per l’ammissione al quinto Conto Energia.

Qualora i nuovi moduli siano stati acquisiti in precedenza, viene richiesta l’equivalenza delle certificazioni richieste per l’ammissione al proprio Conto Energia, inclusa la certificazione di provenienza UE per il quarto e quinto Conto Energia.

Fabio Sandrin

Fabio Sandrin (30) - Resp. Italia Milk the Sun e autore del blog Milk the Sun.

No Comments

Leave a Comment

Hier Kommentar schreiben!


Non perderti le novità

Piaciuto l’articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le notizie sul mercato fotovoltaico!

I dati saranno trattati nel rispetto privacy.